Cerca
Close this search box.

Libri sott’acqua, crowdfunding per salvare la biblioteca di Maggiano

img-1

Biblioteca dell’ex Ospedale Psichiatrico di Maggiano – Lucca

Nel 1773,  dopo  la soppressione del Monastero dei Canonici Lateranensi di Santa Maria di Fregionaia, nasce l’ospedale per la cura dei malati di mente.

Il primo nucleo della biblioteca viene a crearsi nel 1867 per opera del Direttore Gaetano Cappelli  che dà inizio a una documentazione di inestimabile valore culturale, non solo per la ricerca medica e psichiatrica, ma anche storica e bibliografica.

La biblioteca, oggi dedicata al Dott. Giovanni Battista Giordano  che si è dedicato con passione fin dagli anni ’50 al riordino del patrimonio archivistico-librario, è l’unica biblioteca medica esistente nel territorio della provincia ricca di opere e di collezioni di riviste di medicina specialistica e generale. 

Oggi dopo la chiusura dell’ospedale psichiatrico il fondo bibliotecario si è andato inesorabilmente assottigliandosi, ma la sua consistenza offre comunque uno spaccato della psichiatria del XIX e XX secolo e ne rappresenta un’importante testimonianza. La biblioteca dell’ex Ospedale Psichiatrico di Maggiano Lucca è composto da circa 4000 libri, oltre a 261 riviste (172 italiane e 89 straniere). I volumi più antichi sono del 1735 e del 1791 passiamo quindi a una serie di opere Ottocentesche che in parte non sono reperibili in altre biblioteche.

Dopo infiltrazioni di acqua dal tetto che ha causato l’instabilità strutturale del solaio della biblioteca provocando ingenti danni alle raccolte di libri si è reso necessario il trasferimento dei volumi. Tutto il materiale bibliografico è stato spostato in un deposito temporaneo che, a seguito del furto delle canale di rame, si è rivelato ben presto inadeguato a causa di importanti infiltrazioni di acqua che hanno bagnato e inumidito gran parte degli scatoloni che contenevano il prezioso materiale.

Si tratta di un patrimonio di inestimabile valoretestimone della cultura psichiatrica del tempo, che è necessario restituire alla comunità e al territorio.  I libri, attualmente posizionati in luogo asciutto all’interno di cartoni accatastati su pallet in legno, sono sottoposti a processi di degrado provocati da fattori ambientali e sono soggetti ad un deperimento lento ma continuo, mostrando evidenti tracce di un importante attacco microbiologico.

Noi della Fondazione Mario Tobino vorremmo dare nuova vita a questo patrimonio librario e renderlo fruibile alla comunità intera.

Ma stiamo lottando contro il tempo, e purtroppo per alcuni libri, fortunatamente in numero limitato, è già troppo tardi !

Abbiamo quindi deciso di chiedere aiuto a chi ama Maggiano, a chi ama la storia, a chi ama la memoria, a te che hai conosciuto Mario Tobino, hai letto i suoi libri e sei stato toccato dalle liriche descrizioni di questo luogo, a chi qui ha lavorato e si è emozionato

di fronte alla sensibilità di quei malati e li ha amati. 

Abbiamo bisogno del tuo aiuto.

Come verranno utilizzati i fondi

Dobbiamo sanificare i libri e le riviste della biblioteca Giordano dell’ex Ospedale Psichiatrico di Maggiano Lucca  e contiamo sulla tua sensibilità e disponibilità.

Con il tuo contributo, piccolo o grande che sia, possiamo avviare tale intervento.

Tutto il materiale bibliografico dovrà essere trasferito dalla sede della Fondazione Mario Tobino presso un centro specializzato a Roma. I documenti, che contengono un’umidità pari al 25-27%, subiranno un trattamento di asciugatura fino al raggiungimento di valori idonei di contenuto di acqua pari all’8%. Dopo l’asciugatura saranno sottoposti a disinfezione, lavaggi con aria per l’eliminazione dei residui di gas e spolveratura e di nuovo trasferiti a Maggiano e pronti per una nuova catalogazione e fruizione.

Puoi supportare questo progetto anche parlandone con i tuoi amici o condividendo il video sulla tua pagina di facebook.

Grazie!

Condividi

Continua a leggere