Cerca
Close this search box.

Alla ‘Carlo Del Prete’ la nuova sede per il gruppo di auto-mutuo-aiuto ‘Il Tulipano’

img-1

La creazione di un gruppo di auto aiuto nasce dal bisogno di condivisione e sostegno emotivo causato da un problema che è comune ai membri, sia esso una malattia, un handicap o una grave situazione di dipendenza. I gruppi di auto – aiuto sono dei piccoli gruppi di persone che condividono la stessa situazione di vita o le stesse difficoltà. Si costituiscono volontariamente per cercare di soddisfare un bisogno, superare un problema, ottenere un cambiamento in maniera reciproca, costituendo un importante fattore di sostegno e protezione. Un’ importante caratteristica del gruppo di auto aiuto è quella di poter funzionare anche senza l’ausilio di “esperti”, essendo il contesto quello di relazione tra pari: l’assenza di un conduttore professionista, permette a ciascun membro di non poter delegare la responsabilità del proprio percorso e, dunque, la responsabilità complessiva di sé. I membri sono quindi tutti ugualmente responsabili dei risultati raggiunti e dei servizi forniti, stante comunque la presenza di un facilitatore.

Era l’anno 2004 quando al Centro di Salute Mentale (CSM) di Lucca, diretto all’epoca dal Dr Enrico Marchi, nacque l’ipotesi di sostenere la volontà di Luciana, un’utente che stava ormai uscendo dal percorso assistenziale dei servizi, di istituire un gruppo di sostegno che valorizzasse l’autoaiuto tra i pazienti.

Fu così che le Associazioni di settore ed il CSM finanziarono un percorso formativo a Trento, dove si apprendevano le tecniche di base per condurre riunioni di gruppo improntato al self-help.

Nell’Ottobre del 2004 fu quindi istituito a Lucca il gruppo di Auto-mutuo-aiuto “Il Tulipano”, su iniziativa di Luciana, che aveva concluso il suo percorso assistenziale e, quale ex utente, sentiva il bisogno di aiutare altre persone in difficoltà.

Dal 2004 ad oggi il gruppo ha visto la partecipazione di circa 40 utenti, per un totale di circa 680 incontri e tante altre iniziative per il tempo libero, quali incontri conviviali, gite, viaggi e partecipazione ad eventi.

Luciana, divenuta nel frattempo referente regionale della Rete degli Utenti della Salute Mentale, ha dovuto superare alcune difficoltà relative alla sede degli incontri, e ricercare in questi ultimi mesi una nuova location per il gruppo “Il Tulipano”. Con il supporto del Centro di Salute Mentale di Lucca (diretto attualmente dalla Dssa Adalgisa Soriani), della Società Medico Chirurgica Lucchese, della Fondazione Mario Tobino, e delle Associazioni del settore della Salute Mentale (Associazione Archimede, Associazione Lucchese Arte e Psicologia), si è finalmente trovata una soluzione, grazie alla disponibilità della Dssa Nelita Lilli Belluomini, Presidente della “ASP Carlo del Prete”, che ha messo generosamente a disposizione i locali idonei per le riunioni di gruppo settimanali, connotando ancora una volta questa struttura non come una istituzione autoreferenziale, bensì come un luogo aperto alla rete e all’inclusione sociale.

In tal modo è stata garantita la vita di questa importante iniziativa che, in collaborazione, ma in piena autonomia dai servizi, riesce a coagulare intorno a un tema comune tanti soggetti che, usufruendo o meno di percorsi terapeutico-riabilitativi istituzionali, necessitano di un confronto gruppale tra pari, in cui si cercano insieme soluzioni a situazioni stressanti e difficoltose che limitano l’autonomia e l’equilibrio psichico di chi le subisce.

Il Centro di Salute Mentale di Lucca, in collaborazione con le Associazioni, è da sempre aperto alla rete comunitaria degli interventi ed alle metodologie gruppali, e sostiene e incoraggia gli utenti ad aderire a questi incontri, senz’altro utili per aiutare gli assistiti a trovare maggiore serenità e migliorare la qualità della loro vita.

Per informazioni riguardanti il gruppo di auto-mutuo-aiuto “Il Tulipano” rivolgersi al numero: 348 892 2030.

Condividi

Continua a leggere