Cerca
Close this search box.

Presentazione libro “Il simbolo che cura”

img-1

L’International Association for Art and Psychology, fondata da Graziella Magherini nel giugno del 2000 ha l’obiettivo di approfondire la tematica del rapporto tra la Psicologia e le Arti, tra produzione e fruizione estetica, promuovendo un confronto interdisciplinare tra professionisti della salute mentale, artisti, storici e critici d’arte.

Il Ciclo “Incontri IAAPs 2022” cerca di offrire ulteriori approfondimenti sulla “cura dell’arte e l’arte della cura” secondo una modalità di fruizione duale, riavvicinando e gustando per quanto possibile il piacere dell’ essere in presenza, ma conservando e valorizzando anche le modalità comunicative maturate nel lungo e difficile Covid Time.

All’interno di questi incontri si è volta nella splendida cornice della Gipsoteca di Arte Antica dell’Università di Pisa in collaborazione con la Clinica Psichiatrica, con il patrocinio della Fondazione Mario Tobino e di altre associazioni attive nel campo della salute mentale la presentazione del libroIl simbolo che cura” di Enrico Marchi, Nadia Buonamici e Donatella Guidi con prefazione di Liliana Dell’Osso e postfazione di Isabella Tobino.

Gli autori hanno focalizzato aspetti teorici ed esperienze cliniche inerenti i processi creativi e la salute mentale ed hanno dialogato con Liliana Dell’Osso (Direttrice della Clinica Psichiatrica dell’Università di Pisa) Isabella Tobino (Presidente della Fondazione Mario Tobino) e Roberto Boccalon (Presidente IAAPs). Intervento musicale a cura di Giulio D’Agnello.

Condividi

Continua a leggere